Il Centro TIAMA é un servizio de


Il Libro C.A.S.Co
Quando nel 2006-2007, grazie a un progetto Equal, abbiamo iniziato a progettare e poi condurre terapie di gruppo per bambini abusati sessualmente abbiamo analizzato molto materiale bibliografico, scoprendo il libro C.A.S.Co  (Grotsky L.,  Camerer C.,  Damiano L. (1999) Group Work with Sexually Abused Children. A Pratictioner's Guide. SAGE Publications, USA ), prezioso aiuto per l'integrazione di Cognizioni-Affetti-Sensazioni corporee- Comportamenti.
L'uso originale prevedeva un titolo: “Il libro di quando sono stata toccata” grazie al quale le partecipanti al gruppo erano aiutate a  riflettere sulla propria esperienza scrivendo pensieri, sentimenti, sensazioni corporee e comportamenti connessi con l'abuso, al fine di capire come pensieri e sentimenti creino una interpretazione della realtà che influenza i comportamenti. Un nostro adattamento successivo, su cui abbiamo l’approvazione delle autrici, ci ha portato ad aggiungere come ultima pagina la descrizione di una risorsa ('quello che mi ha aiutato a stare meglio’).  In una fase più avanzata della psicoterapia di  gruppo le bambine potevano mettere in luce i cambiamenti avvenuti grazie allo stesso strumento  intitolato “Ora, quando ripenso a quando sono stata toccata”. I libretti così compilati ci hanno sorpreso e commosso per l'intensità e la qualità di quanto le bambine avevano potuto esprimere e soprattutto per come lo strumento riusciva ad attivare anche bambine molto evitanti e coartate. (Pessina C., Agosti S.(2007) Trattamenti di gruppo per bambini vittime di abuso sessuale, Ecologia della mente, 30, 2, 174-194)
Da allora il libro C.A.S.Co, con il titolo che varia a seconda dell'oggetto della riflessione, è diventato uno strumento imprescindibile nella nostra pratica clinica, sia con i bambini, sia con gli adulti, ogni volta in cui è necessaria una guida per  stimolare l'integrazione, antidoto all'abituale uso di meccanismi dissociativi, tipici del funzionamento post traumatico.  Ecco quindi 'Quando  ho saputo che....' piuttosto che: 'Quando la mamma mi sgrida' o 'Quando rivedo mio fratello' o ‘Quando penso a quel che succederà domani’ e così via.

>> Per accedere direttamente al libro